Informazioni sulla cartella offline di Exchange (OST) File

Quando Outlook viene utilizzato insieme a Microsoft Exchange Server, è possibile impostarlo per funzionare offline con la cassetta postale di Exchange. A quel punto, Outlook creerà una copia esatta della tua casella di posta sul server Exchange, chiamato cartelle offlinee archiviarlo in un file locale, chiamato cartella offline file e ha un file.ost estensione del file. OST è l'abbreviazione di "Offline Storage Table".

Quando lavori offline, puoi fare tutto con le cartelle offline proprio come se fosse la casella di posta sul server. Ad esempio, puoi inviare e-mail che vengono effettivamente inserite nella Posta in uscita offline, puoi anche ricevere nuovi messaggi dalle altre caselle di posta online e puoi apportare modifiche alle e-mail e ad altri elementi come desideri. Tuttavia, tutte queste modifiche non si rifletteranno sulla tua casella di posta sul server Exchange finché non ti connetti nuovamente alla rete e sincronizzi le cartelle offline con il server.

Durante il processo di sincronizzazione, Outlook si connetterà al server Exchange tramite rete, copierà tutte le modifiche apportate in modo che le cartelle offline saranno nuovamente identiche alla cassetta postale. È possibile scegliere di sincronizzare solo una cartella specifica, un gruppo di cartelle o tutte le cartelle. Verrà utilizzato un file di registro per registrare tutte le informazioni importanti sulla sincronizzazione, per riferimento in seguito.

A partire da Outlook 2003, Microsoft introduce una modalità cache, che in realtà è una versione migliorata delle cartelle offline originali. È presente in meccanismi di sincronizzazione più efficienti e operazioni offline più convenienti.

Le cartelle offline o la modalità cache hanno diversi vantaggi:

  1. Rendi possibile lavorare con la tua casella di posta Exchange anche se non sono disponibili connessioni di rete.
  2. Quando si verifica un disastro sul server Exchange, come arresti anomali del server, danneggiamento del database del server e così via, il file della cartella offline sul computer locale contiene ancora una copia della cassetta postale di Exchange, con alcuni aggiornamenti offline. A quel tempo, puoi utilizzare DataNumen Exchange Recovery per recuperare most dei contenuti nella tua casella di posta Exchange mediante la scansione e l'elaborazione dei dati nel file della cartella offline locale.

La cartella offline (.ost) file, come File delle cartelle personali di Outlook (.pst), si trova normalmente in una cartella predefinita.

Per Windows 95, 98 e ME, la cartella è:

C: WindowsApplication DataMicrosoftOutlook

oppure

C: WindowsProfiles nome utente Impostazioni locali Dati applicazione Microsoft Outlook

Per i server Windows NT, 2000, XP e 2003, la cartella è:

C: Documents and Settings nome utente Impostazioni locali Dati applicazione Microsoft Outlook

oppure

C: Documents and Settings nome utenteApplication DataMicrosoftOutlook

Per Windows XP, la cartella è:

C: Usersuser nameAppDataLocalMicrosoftOutlook

oppure

C: Documents and Settings nome utente Impostazioni locali Dati applicazione Microsoft Outlook

Per Windows Vista, la cartella è:

C: nome utente utente Impostazioni locali Dati applicazione Microsoft Outlook

Per Windows 7, la cartella è:

C: UsersusernameAppDataLocalMicrosoftOutlook

Puoi anche cercare il file "*.ost"Nel computer locale per trovare la posizione del file.

La OST file è la copia locale della tua casella di posta Exchange, che contiene tutti i tuoi file most importanti dati e informazioni di comunicazione personale, inclusi messaggi di posta elettronica, cartelle, posts, appuntamenti, convocazioni di riunioni, contatti, elenchi di distribuzione, attività, richieste di attività, diari, note, ecc. vari problemi con la tua casella di posta o le cartelle offline, ad esempio, il server Exchange si arresta in modo anomalo o non è possibile sincronizzare gli aggiornamenti offline con il server, si consiglia vivamente di utilizzare DataNumen Exchange Recovery per recuperare tutti i dati in esso contenuti.

Microsoft Outlook 2002 e le versioni precedenti utilizzano un vecchio OST formato di file con un limite di dimensione del file di 2 GB. La OST file verrà danneggiato quando raggiunge o supera i 2 GB. È possibile utilizzare DataNumen Exchange Recovery per scansionare il sovradimensionato OST di file e convertirlo in un file PST nel formato Outlook 2003 che non ha limiti di dimensione del file di 2 GB, o dividerlo in diversi file PST di dimensioni inferiori a 2 GB se non hai installato Outlook 2003 o versioni successive.

Riferimenti: