5 cose che mantengono in salute un SDD e prevengono la perdita di dati

Le unità a stato solido presentano numerosi vantaggi rispetto ai normali dischi rigidi. Il vantaggio principale è che hanno una durata di vita più lunga, che dura circa 10 anni prima che inizino a fallire. Per assicurarti che il tuo SSD funzioni in modo ottimale il più a lungo possibile, devi prenderti cura di esso correttamente.

5 cose che mantengono in salute un SDD e prevengono la perdita di dati

Le unità a stato solido stanno diventando sempre più popolari perché sono considerate più veloci e relativamente più affidabili dei dischi rigidi.

Gli SSD hanno meno parti mobili rispetto agli HDD, quindi sono silenziosi e anche più veloci. A causa della loro mancanza di dipendenza dalle parti in movimento, c'è meno usura e gli SSD hanno una durata di vita di circa 10 anni, rispetto ai 3-5 anni degli HDD.

Le unità SSD sono anche più efficienti dal punto di vista energetico, consumando il 30-60% in meno di energia rispetto agli HDD. Lo svantaggio degli SSD, soprattutto quando si tratta di esigenze informatiche personali, tendono a cost altri accessori.

Mentre gli SSD sono considerati affidabili, c'è ancora la possibilità di guasto dell'unità e Perdita di dati. Per evitare ciò, ecco alcune cose che devi sapere sulla cura degli SSD.

1. Gli SSD non devono essere deframmentati

Mentre potrebbe essere una buona idea eseguire regolarmente un programma di deframmentazione su un disco rigido per eliminare lo spazio libero e rendere più facile il recupero dei file, questo non è il caso se il tuo computer ha un SSD. Invece di migliorare le prestazioni del tuo disco, la deframmentazione e l'SSD lo consumeranno effettivamente.

A causa del sistema operativo in esecuzione su questo computer, Windows 7 e versioni successive, chi utilizza un'unità SSD disabilita automaticamente la deframmentazione del disco. Se, tuttavia, stai eseguendo qualcosa di più basso, controlla il tuo programma di deframmentazione del disco e disattiva lo scheduler automatico.

2. Gli SSD non necessitano di servizi di indicizzazione

Se disponi di un sistema operativo dotato di uno strumento di integrazione della ricerca, probabilmente dovresti disattivarlo. Poiché il tempo di lettura di un SSD è così rapido, non è necessario un indice di file. In effetti, i processi necessari per indicizzare un'unità rallenteranno effettivamente un SSD.

3. Devi abilitare TRIM

TRIM è un comando ATA che aiuta a mantenere le prestazioni ottimali di un SSD. Con TRIM abilitato, il sistema operativo invia un messaggio al tuo SSD ogni volta che un file viene eliminato. Consente all'unità di sapere che lo spazio è ora disponibile e può essere riscritto.

TRIM migliora le prestazioni dell'unità SSD e dovrebbe essere abilitato automaticamente nei computer che utilizzano SSD che eseguono Windows 7 e versioni successive.

4. Assicurati di lasciare sempre vuota una parte del tuo SSD

Most i produttori di SSD hanno raccomandazioni specifiche su quanto spazio devi lasciare sul tuo SSD per farlo funzionare bene. Questo di solito è compreso tra il 10 e il 20 percento.

Lo spazio vuoto è necessario per garantire che gli algoritmi di livellamento funzionino correttamente. Questi algoritmi sono responsabili della ridistribuzione dei dati per ridurre al minimo l'usura dell'unità e mantenerla funzionante in modo ottimale.

5. Eseguire regolarmente di riserva

Sebbene gli SSD siano più affidabili e abbiano una durata maggiore rispetto agli HDD, possono comunque essere danneggiati in caso di incidenti. Alla fine si esauriranno, quindi prima che lo facciano, è meglio assicurarsi che venga eseguito il backup dei file e dei programmi importanti.

I programmi di recupero dati non funzionano altrettanto bene con gli SSD, quindi è meglio usarli DataNumen Backup o lo strumento Disk Imaging per creare backup regolari del tuo SSD per essere completamente al sicuro.

DataNumen Backup

Una risposta a "5 cose che mantengono in salute un SDD e prevengono la perdita di dati"

  1. Ciao, grazie mille per aver condiviso informazioni così utili in questo blog. È stato piuttosto istruttivo portare sul tavolo le migliori conoscenze

    X-PHY AI Cybersecurity Solutions è un piccolo dispositivo che utilizza l'intelligenza artificiale per rilevare e proteggere dalle minacce informatiche esistenti e nuove; va oltre la semplice memorizzazione delle informazioni. Le innovazioni e le strategie di gestione della proprietà intellettuale hanno reso Flexxon una delle cinque aziende riconosciute per i loro risultati.

    Vuoi sapere su SSD e laptop cybersecure contattaci sul sito Web X-PHY:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *